Menu Close

Smart Domotik – L’hardware che lo gestisce

domotica3Voglio fare un piccolo post riguardo all’hardware che gestisce Smart Domotik, e come l’ho implementato.

La scheda principale che comanda le luci, come spiegato nell’articolo Realizzazione passo passo parte 1 ha già al suo interno un’interfaccia base di gestione, ma ho preferito appoggiarmi ad un webserver più completo in modo da non gravare totalmente sulla scheda e poter espandere il sistema senza limitazioni.

Il primo passo per l’implementazione della domotica è stato cablare tutti i relè passo passo che comandano le luci fino ad un’unico punto, dove è stato messo il quadro generale.

Il quadro ha bisogno principalmente di 3 componenti:

  • La Scheda di gestione con espansioni IN/OUT
  • N relè che convertono il segnale di lampada accesa/spenta in modo da poterli mandare in ingresso alla scheda (in questo caso relè 220V/12v)
  • N relè di appoggio ai segnale di comando della scheda in modo da non sollecitare i piccoli relè presenti sui pcb delle schede di espansione

Per comodità, ho preferito posizionare i relè di comando in un quadro separato, in modo da arrivare al quadro principale con meno cavi.

Questa è un’immagine del quadro con i relè di comando:

20120903_185553_resized

Mentre queste sono alcune immagini del quadro generale della domotica:

   20120829_203425_resized 20130501_113427_resized20130501_113529_1_bestshot_resized 20130501_113620_5_bestshot_resized

Dalla prima immagine alle altre ci sono piccole modifiche, date da miglioramenti e implementazioni aggiuntive effettuate nel tempo.

Principalmente il quadro integra i seguenti componenti:

  • Scheda principale di gestione domotica, piu tutte le espansioni nella parte centrale e destra del quadro
  • Magnetotermico differenziale e fusibili in alto a sinistra, in modo da poter escludere il quadro dall’impianto generale in totale sicurezza se è necessario effettuare manutenzione
  • Relè di ingresso in alto al centro collegati agli ingressi delle schede di espansione
  • Arduino + scheda rilevamento consumi + display – Tutto il lato sinistro, si occupa di monitorare i consumi e visualizzarli sul display oltre che inviarli al server per report e statistiche in tempo reale
  • Arduino sistema di allarme – A fianco al primo arduino, si occupa di monitorare l’abitazione una volta attivato l’allarme. Effettua vari controlli di diverso tipo. Non vado nel dettaglio per ovvie ragioni 🙂
  • Sistema di backup di emergenza – Batteria tampone in grado di mantenere alimentato tutto il quadro anche in assenza di energia.

Il quadro inoltre è collegato ad una linea elettrica separata rispetto all’abitazione, per questioni di sicurezza.

Piccola chicca: Il quadro è coperto da un pannello di plexyglass. I supporti che lo reggono sono stati progettati e stampanti grazie alla stampante 3D Powerwasp.

L’interfaccia grafica della domotica è invece gestita da alcuni server ridondati in un armadio  rack a fianco al quadro.

20120805_190643_resized 20120805_190604_resized20120806_175224_resized 

Anche i server sono collegati su una linea separata rispetto a quella principale, con alcuni gruppi di continuità in caso di assenza di energia.

 

Vedi qui per aggiornamenti su questo argomento:

Arduino Yun: Control 64 and over I/O for Smart Domotik

Posted in Domotica e Cloud, News

2 Comments

  1. michele

    volevo sapere ,con questo sistema,come si fa a sapere se la luce è accesa con certezza via web ovviamente…grazie

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published. Required fields are marked *